Alan Lomax di Antonio Cardillo e Francesco Cardinale (Il Terebinto Edizioni)

Sottotitolo: Il passaggio a Montecalvo Irpino

Autori: Antonio Cardillo, Francesco Cardinale

Collana: Terre e Genti d’Irpinia, n. 7

Pagine: 128

Formato: 17×24 cm

Anno: 2021

Prezzo di copertina: 15,00

ISBN: 9788831340366

Era il 1954 quando Alan Lomax arrivava in Italia con l’intento di raccogliere, attraverso registrazioni audio e scatti fotografici, la straordinaria molteplicità delle musiche della tradizione popolare italiana. Il risultato di questo importantissimo viaggio, in compagnia di Diego Carpitella, si tradusse in oltre duemila registrazioni e numerose fotografie. Il libro nasce dalla necessità di collocare correttamente alcuni scatti fotografici effettuati a Montecalvo Irpino nel gennaio 1955, ed erroneamente attribuiti ad altre località. Con un meticoloso lavoro di ricerca sul campo si è provveduto a dare un nome ad ogni persona immortalata nelle foto, per poi ricostruire la sessione di registrazione durante la quale furono effettuati gli scatti e registrati due canti, almeno secondo la catalogazione ufficiale. In realtà gli autori hanno scoperto che i canti registrati a Montecalvo Irpino furono più di due. La permanenza in Irpinia dell’etnomusicologo americano appare, per certi versi, il lasso temporale più intrigante dell’intero viaggio italiano.

Entrambi appassionati di etnomusicologia, Antonio Cardillo e Francesco Cardinale hanno registrato, nel corso dell’ultimo ventennio, centinaia di canti di tradizione orale e diversi contenuti etnografici nella propria area di appartenenza. Hanno fondato l’Associazione “Lomax & Carpitella”. Sono collezionisti di materiali editoriali (libri, riviste, musicassette, cd e vinili) incentrati sulle tradizioni musicali orali, attualmente a disposizione dell’archivio associativo. Collaborano da tempo con le maggiori istituzioni etnomusicologhe italiane e sono in continuo contatto con scrittori e docenti della disciplina. 

Michele Cianciulli di Mario Garofalo (Il Terebinto Editore)

Sottotitolo: Filosofo, politico, partigiano e massone

Autore: Mario Garofalo

Collana: Biografie e personaggi, n. 5

Pagine: 128

Formato: 14×21 cm

Anno: 2021

Prezzo di copertina: 15,00

Il libro ripercorre, con scrupolosità documentaristica e senza indulgenze agiografiche, settarie o municipalistiche, le vicende biografiche, politiche e culturali del montellese Michele Cianciulli. Personaggio infrequentato dalla storiografia irpina e misconosciuto persino nella memoria locale, partecipò da protagonista non secondario alle battaglie ideologiche della sinistra e al dibattito filosofico, che animò l’ambiente culturale della Roma della prima metà del Novecento. Scrisse saggi importanti sul neoidealismo, di letteratura e di storia meridionale. Educato alla scuola di Ferdinando Cianciulli, dopo una breve milizia nel PSI di Montella, visse nella capitale le alterne e contraddittorie vicende dell’Unione Socialista Romana e il definitivo passaggio nelle fila del giovane partito comunista togliattiano. Attraversò con “cauta dissimulazione” il ventennio fascista e, dopo l’8 settembre ’43, militò con coraggio da partigiano combattente nel movimento clandestino della resistenza fino alla liberazione di Roma. Disincantato e disilluso dai miti e dalla politica dei partiti della sinistra, mosso da forte e suggestiva attrazione, abbracciò infine gli ideali umanitari e sociali della Massoneria del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, di cui fu bibliotecario ed altissimo dignitario con il 33° grado massonico. Ebbe strettissimi legami con il grande musicista Nino Rota e amicizia con il regista Federico Fellini, con i quali visse attivamente il mondo artistico e cinematografico della Roma degli anni ’50-’60. Autore di gesti di magnanima filantropia verso il paese natio, si spense a Roma nel 1965.

Mario Garofalo, nativo di Montella (AV), è studioso di letteratura e storia dell’Irpinia. Tra i fondatori della Società Storica Irpina, è stato redattore della “Rassegna Storica Irpina”; collaboratore del Centro di Ricerca di Studi Meridionalistici “Guido Dorso” di Avellino. È stato collaboratore della grande Storia Illustrata di Avellino e dell’Irpinia, edita da Sellino-Barra. È autore di diverse voci del Dizionario Biografico degli Irpini, diretto da F. Barra.

Per il Terebinto Edizioni ha già pubblicato: Anarchici d’Irpinia (2013), Storia della letteratura Irpina. Dalle origini al sec. XIX (2015), Storia sociale di Montella. Il Seicento (2018); Francesco Scandone. Biografia intellettuale e storico-critica (2020).

https://www.ilterebintoedizioni.it/catalogo/product/storia-del-mezzogiorno/michele-cianciulli/P99584276

IRPINITUDINE di Antonio Salvatore (Terebinto Edizioni)

Sottotitolo: Passato e presente dei grandi Irpini

Autore: Antonio Salvatore

Pagine: 136

Formato: 14×21

Anno: 2021

Prezzo di copertina: 15,00

ISBN: 9788831340304

Con questo suo nuovo saggio, Padre Antonio Salvatore esprime e conferma l’appassionato amore alla sua Irpinia. Ma, come indica e sottolinea la stessa espressione di “Irpinitudine”, che è nient’altro che un neologismo coniato dall’Autore, non si tratta di un’Irpinia generica e di maniera, ma di un’Irpinia viva ed autentica, fatta di eventi storici reali e di uomini concreti, di cui egli delinea, con tacitiana essenzialità, i tratti più caratterizzanti.

Ciò gli consente, attraverso scorci rapidi ma efficaci, di individuare l’identità profonda dell’Irpinia nel marcato e sempre vivo spirito di libertà, individuale come collettivo. L’auspicio di chi legge è che i tempi presenti, come quelli futuri, confermino e rafforzino questo tratto caratterizzante delle genti irpine.

Nato a Carife (AV) nel 1940, Fr. Antonio Salvatore è religioso cappuccino dal 1958 e sacerdote dal 1966. Licenziato in S. Teologia presso la Facoltà Teologica di S. Luigi a Posillipo (Napoli) e laureato in Lettere classiche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, ha insegnato Latino, Storia e Religione. Presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Benevento ha insegnato Storia della Chiesa medievale. Adesso risiede presso il Convento dei Cappuccini di San Severo.

Ha pubblicato:

– Aeclanum. Mille anni di storia irpina (1982)

– I Cappuccini a Montefusco (1990)

– Tre secoli di storia del Monastero di S. Caterina da Siena in Montefusco – 1699-1999 (1999)

– La Chiesa di S. Bartolomeo in Montefusco (1999)

– Padre Pio a Montefusco (2000)

– P. Bernardo da Gallo. Un apostolo dimenticato (2003)

– I Cappuccini e Padre Pio in Morcone (2004)

– Con Padre Pio a Morcone (2004)

– Mons Fusculi – Meriggio e crepuscolo di una capitale (2006)

– Il convento dei Cappuccini di S. Egidio in Montefusco: luogo di uomini, santi e grandi (2010)

https://www.ilterebintoedizioni.it/catalogo/product/tutti-i-prodotti/irpinitudine/P99584032