Gotico Italiano – Il vizio di Uccidere (Horti di Giano)

Se il fumetto si fonde al racconto nero, nasce “Gotico Italiano”
Un format innovativo che intreccia graphic novel e racconto nella stessa opera, in cui l’autore delle due vicende è lo stesso che ha realizzato la storia trasformata poi in sceneggiatura per il fumetto.
Gotico Italiano, edito dalle Edizioni Horti di Giano, è un Albo che vuole creare un ponte tra quelle
che sono le tradizioni culturali e folkloristiche della nostra splendida Italia, evidenziando un passato
che non dobbiamo mai dimenticare e l’attualità che emerge in chiave moderna, tangibile.
Il primo numero è disponibile dal 2 Febbraio 2021 sul sito dell’editore (www.hortidigiano.com),
in tutti gli store online, nelle librerie e nelle edicole.
Gotico Italiano sarà cadenzato in quattro uscite annuali, che cadranno in giorni particolari, legati all’aspetto misterico che ben si affianca e abbraccia la dimensione gotica.
Il primo numero uscirà il 2 febbraio, data che corrisponde alla nostra Candelora, la festa di fine inverno che, a cavallo tra il primo e il secondo giorno di febbraio, segna l’arrivo della primavera:
“Per la Santa Candelora, dall’inverno semo fora, ma se piove e tira
vento, dell’inverno semo drento!”
In questa prima uscita, che prende il nome Il vizio di uccidere, ci sarà un affascinante viaggio in un borgo fantastico, Rocca Piscopo, i cui edifici sono stati realizzati ispirandosi ai Sassi di Matera e a
Fossanova, con la sua splendida Abbazia gotica.
In particolare, riporteremo alla luce la figura del boia, un mestiere inquietante quanto carico di
suggestioni nere. Il boia che proponiamo in questo numero, prende il nome di Gioacchino De
Meo, che rappresenta l’essenza stessa del male e che si ricollega, nella storia, al famoso Mastro Titta
che, nella sua lunga e “prolifica” carriera, giustiziò più di cinquecento persone.
In tutti i volumi di Gotico Italiano, si parlerà anche di storie che contengono tematiche sociali
importanti.
Il racconto che si intitola Ritratto di donna sfregiata, ha un forte messaggio contro un problema
attuale e da non sottovalutare: la violenza di genere, ovvero quella violenza che racchiude tutte le
violenze che si fondano sulla differenza sociale tra uomo e donna.
Le Edizioni Horti di Giano intendono così lanciare un forte e sentito NO ALLA VIOLENZA SULLE
DONNE (e No alla violenza in generale), inserendo il logo della mano in ogni numero dell’Albo.
Sotto la supervisione del Direttore editoriale Simone Colaiacomo, il primo numero di Gotico
italiano è stato scritto da Salvatore Napoli e disegnato da Vincenzo Odore.
Gotico Italiano – Il vizio di uccidere è un graphic novel italiano, per gli amanti del fumetto e
per chi vorrebbe avvicinarsi a tale forma d’arte, accompagnandosi a una interessante lettura.
Horti di Giano vuole invitare i lettori a conoscere e visitare i gioielli urbani custoditi nel nostro
paese. La scelta è stata quella di rivalorizzare la bellezza della nostra Italia, con il patrimonio unico e
spettacolare che i nostri borghi, sempre più abbandonati e dimenticati, custodiscono.

CAMPAGNA ABBONAMENTI: abbonandoti a Gotico italiano entro e non oltre il 2 febbraio 2021, riceverai 4 numeri con sconto del 20%. Vai nel menu Contatti del nostro sito (www.hortidigiano.com) e scrivici nel modulo “Contatti”, indicando “Abbonamento annuale a Gotico italiano” e ti ricontatteremo per le modalità da seguire. 


Edizioni Horti di Giano – http://www.hortidigiano.cominfo@hortidigiano.com

Il Macabro nel Sud Italia – Racconti sull’Innominabile di Marco Marra e Gerardo Spirito (Horti di Giano)

Boschi oscuri, custodi di segreti innominabili, paesini montani dimenticati dal tempo e abitati da pochi vecchi incastrati nel proprio bizzarro folklore, oniriche visioni di improponibili orrori. Streghe (o Janare che dir si voglia), presenze inquietanti, animali della notte che si aggirano nei boschi, fino a giungere ai bordi delle abitazioni, dimore antiche come gli dei venerati da chi ci abita. Sei racconti per un’ambientazione macabra inchiodata in un Sud Italia che regala suggestioni che rimarranno oltre la lettura. Perché certi riti, figure, eventi non si potranno mai dimenticare. Marra e Spirito hanno condensato egregiamente la letteratura weird in un moderno gotico italiano. Sembrerebbe un controsenso, ma una cosa è certa: dopo aver letto questi “Racconti sull’innominabile”, ascoltare una storia narrata dal nonno davanti a un vecchio focolare non sarà più la stessa cosa.

Recensione

Oggi voglio parlarvi del libro “Il Macabro nel Sud Italia – Racconti sull’Innominabile” di Marco Marra e Gerardo Spirito. Sei racconti intriganti che ti lasciano senza fiato. Sono scritti in modo scorrevole che tengono il lettore incollato alla storia dalla prima all’ultima pagina.

Sei racconti di streghe, presenze, animali della notte e presenze inquietanti.

Mi è piaciuto molto perché leggendo questo libro ho ripensato alle storie che raccontavano i nostri avi. Anche qui, sulle Alpi, questi racconti erano presenti nella testa dei nostri nonni e tramandati da generazione a generazione.

Consiglio!

Stelle ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️


Dettagli prodotto Cartaceo 12.57 euro

  • Peso articolo : 160 g
  • ISBN-13 : 979-1280144010
  • Copertina flessibile : 148 pagine
  • Dimensioni e/o peso : 12.85 x 0.94 x 19.84 cm
  • Editore : Horti di Giano (25 agosto 2020)
  • Lingua: : Italiano