L’Intervista a Carola Cestari

Oggi vi propongo l’intervista alla scrittrice Carola Cestari

1- Ciao Carola ti chiedo di presentarti ai miei lettori

Buongiorno Lettori! Ringrazio Nadia per quest’opportunità di dialogare con voi. Mi chiamo Carola Cestari, abito a Milano con mio marito, due figli e 3 gatti. Adoro leggere e viaggiare. Di recente ho pubblicato un romanzo poliziesco “Nero catrame” edito da Dragonfly edizioni. Ho l’hobby della scrittura, in particolare amo le storie brevi e i racconti. Ho partecipato a numerosi concorsi letterari, in alcuni dei quali i miei racconti sono stati premiati.

2- Quando è iniziata la tua passione per la scrittura?

In realtà, la possibilità di scrivere si è palesata di recente, circa 3 anni fa, quando il minore dei miei due figli ha finito il liceo e mi sono accorta di avere un po’ di tempo libero da impegni lavorativi e familiari da dedicare a ciò che amavo, appunto leggere e scrivere. Così ho cominciato a partecipare a dei concorsi letterari per mettermi alla prova.

3– Parlaci del tuo romanzo.

Si tratta di un thriller psicologico dal titolo “Nero catrame”. È ambientato a Vancouver, in Canada, dove vive e lavora Anna, giovane e tormentata poliziotta che deve affrontare un complicato caso che coinvolge alcune donne scomparse. Sono giovani che non hanno apparentemente relazione fra loro, svanite in un breve lasso di tempo, senza lasciare tracce o messaggi.

Alcuni dirompenti eventi familiari e dei complicati sogni notturni contribuiranno a mettere a dura prova il fragile equilibrio della protagonista, in un continuo intreccio tra vita personale e lavorativa.

Il caso diverrà giorno dopo giorno, sempre più intricato e misterioso e solo le intuizioni e la perseveranza di Anna le permetteranno di risolverlo. Del resto, mettersi nei panni delle vittime è la sua forza, prevedere le azioni dei carnefici, la sua abilità.

4- Come hai avuto l’ispirazione del tuo romanzo?

Ho sempre letto moltissimi libri gialli e polizieschi e adoro quando lo scrittore riesce a sorprendere il lettore, coinvolgendolo emozionalmente. Per questo scrivo storie ricche di colpi di scena.

Per quanto riguarda la città in cui il mio romanzo è ambientato, ho scelto Vancouver perché ne ho sempre sentito parlare e la vorrei visitare: la trovo sempre citata nelle statistiche delle città nelle quali si vive meglio al mondo. Perciò ho pensato: perché non ambientarvi dei misteri?

5- Cos’hai provato la prima volta che hai avuto un tuo romanzo fra le mani?

Una grande emozione. Era un sogno che non pensavo di avverasse mai, dal momento che ho iniziato a scrivere da poco e nella seconda metà della mia vita, per così dire. Perciò, ringrazio la Dragonfly Edizioni per avermene data l’opportunità.

6- Raccontaci del tuo stile di scrittura e quale genere letterario preferisci per il tuo romanzo.

Amo i libri gialli tanto quanto la fantascienza, che rappresenta però un genere di nicchia. Scrivo racconti e romanzi di entrambi questi generi. Poi, in generale, amo le storie brevi che parlano di persone e sentimenti.

Quando costruisco invece un romanzo, prediligo avere due piani di scrittura parallela, come nel caso di “Nero catrame”: ossia, c’è la storia delle donne inspiegabilmente scomparse ma anche la vita personale della protagonista che si intreccia con il caso che sta seguendo, indirizzando le sue scelte e influenzando le sue azioni. Una storia nella storia, praticamente. L’importante per me è che il lettore trovi interessante l’intreccio e che si possa sentire vicino alla protagonista, in quanto Anna rappresenta una persona normale, con problemi e fragilità come chiunque di noi.

7- Chi è il tuo scrittore preferito? Perché?

Isaac Asimov! E’ stato scrittore e biochimico, durante la sua vita ha pubblicato oltre 500 libri, molti incentrati su racconti gialli e di fantascienza.

8– Hai altre passioni?

Tantissime. Ne cito solo alcune: amo viaggiare, per lavoro e per diletto, incontrando persone e visitando posti che non conosco. Inoltre, coltivare il mio orto “lillipuziano” sul balcone, circondata dai miei gatti.

9– Puoi svelarci i tuoi progetti letterari futuri?

Volentieri! Nei primi mesi del prossimo anno spero venga pubblicata una mia raccolta di racconti gialli, premiati nei vari concorsi a cui ho partecipato, e nel frattempo sto scrivendo il sequel di “Nero catrame” che vedrà impegnata la poliziotta Anna di nuovo tra le strade di Vancouver.

10- Vuoi aggiungere qualcosa?

Vorrei ringraziarti ancora una volta per avermi dato questa opportunità. Spero inoltre che presto si possa ricominciare a presentare i libri in presenza, perché incontrare i lettori e conoscere le loro opinioni sul mio libro, mi interessa sempre molto. Allora, a presto speriamo Lettori!

Grazie mille Carola!

Grazie Nadia!

Pubblicato da

Nadia Arnice Autrice

Autrice, blogger, illustratrice e poetessa :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...